Mi presento

Ho avuto la fortuna di crescere circondata dagli animali: cani, gatti e cavalli. La passione per la natura, la montagna e l'ambiente mi accompagnano da sempre.

Crescere con gli animali è stato un enorme valore aggiunto. Da sempre essi mi hanno insegnato a mettermi in gioco e pormi con umiltà nei loro confronti, e a intessere relazioni senza uno scopo performativo. Per me “andare a cavallo” non significava saltare ostacoli o avere una tecnica perfetta: bensì occuparmi di lui, passare tempo insieme, conoscerci.
Ricordo quando venivo presa in giro perché con Lusi non usavo la sella e magari passavamo ore a pascolare invece che “allenarci”. Presto quell’ambiente ha iniziato a starmi stretto perché non sopportavo di vedere degli animali così sensibili e intelligenti utilizzati come strumenti e puniti perché non soddisfacevano il proprietario.

Nel 2007 arriva Lyla che mi sconvolge letteralmente la vita ma al contempo mi apre la finestra di un mondo che non vedevo l’ora di scoprire. Grazie a lei ho sentito l’esigenza di conoscere più a fondo chi avevo davanti, l’altro, il cane, e per farlo ho iniziato il mio percorso di formazione come educatore cinofilo.

Dopo le lauree in Filosofia e Storia Medievale, sento infatti la necessità di muovermi in un ambito più pratico. Mentre sto ancora studiando, a partire dal 2008, frequento il corso per Educatore Cinofilo presso la scuola con approccio cognitivo-zooantropologico ThinkDog di Bergamo, e nel frattempo seguo un percorso personale di educazione insieme a Lyla presso Cani Per Caso di Mestre (VE), con Luca Niero come istruttore. Le esperienze fatte e la passione sempre maggiore verso l'ambito cinofilo fanno sì che decida, una volta laureata, di intraprendere la carriera professionale di educatore cinofilo. Il percorso personale affrontato insieme a Lyla mi ha permesso di vivere in prima persona il cammino da intraprendere. Inutile dire che ciò è stato utilissimo e mi ha insegnato davvero tanto.

Nel 2011 allarghiamo la famiglia perché arriva Face: un cane che ha vissuto i primi tre anni della sua vita in allevamento come cane da show. Con esperienze di vita e un carattere totalmente diverso da Lyla, mi ha permesso di confrontarmi con problematiche che ancora non avevo provato sulla mia pelle. Ciò mi ha anche fornito lo stimolo per iniziare un percorso per diventare istruttore cinofilo.

Credo che fare l'educatore cinofilo non significhi solamente risolvere problematiche relative al comportamento canino, o insegnare al cane a eseguire delle performances, ma che si tratti di un compito ben più ampio: un lavoro di consulenza a 360 gradi, che coinvolge pienamente la famiglia e il contesto in cui il cane è inserito. I miei studi universitari e i miei interessi mi hanno decisamente facilitata in questo: lavorare con i cani è la parte relativamente più semplice del lavoro; la vera "sfida" è entrare in relazione con le persone e trasmettere loro le abilità per relazionarsi e accreditarsi con il proprio cane. Perciò sono un consulente che si occupa della relazione con il cane, con l'obiettivo di aiutare il proprietario a trovare dentro di sé le risposte alle problematiche riscontrate nel cane e le risorse per risolverle.

La mia è una professione in cui è fondamentale una formazione continua: per questo la mi tengo sempre in aggiornamento. Per vedere l'elenco dei seminari, workshop e corsi a cui ho partecipato, puoi consultare il mio curriculum.